23 Comments

  1. Ciao, aricoli bellissimi!!!
    Non riesco a capire una cosa: a cosa serve in sostanza creare una cartella “Progetto”? Perchè la raccolta “progetto” mi sembra identica alla raccolta “gruppo”. In cosa si differiscono?
    Grazie mille!!!!

    "Mi piace"

    1. Ciao Massimo, scusa il ritardo nella risposta, ma non so perché i tuoi messaggi WordPress li aveva messi nello spam. Venendo alla tua domanda, se i Gruppi non esistessero, in C1 avremmo solo gli Album per contenere le foto, ed i Progetti per contenere uno o più album. Non ci sarebbe modo per legare assieme più progetti, oppure per legare assieme più album all’interno dei progetti, o per avere una gerarchia di più livelli (ricorda, non si può mettere un Progetto dentro un altro Progetto). Con i Gruppi puoi fare queste cose. Ad esempio, io ho il progetto “Sudamerica 2018” nel quale ci sono due gruppi, “Perù” e “Bolivia”, e dentro ogni gruppo ci sono i vari album divisi per località (i vari album con le foto scattate in Perù sono nel Gruppo Perù, idem per la Bolivia). Avrei anche potuto ragionare diversamente: creare in testa il Gruppo Sudamerica, metterci dentro due Progetti (uno Perù ed uno Bolivia), e dentro ogni Progetto creare i vari album per ogni località. Ma per mia prassi, il primo livello dei miei Cataloghi è sempre composto di Progetti; quindi tendo ad avere i Progetti in testa alla gerarchia, e poi i Gruppi (quando servono). Spero di averti chiarito le idee. 🙂

      "Mi piace"

    2. Il Progetto ti permette di vedere tutte le foto che sono al suo interno, anche se sono annidiate in gruppi o album viceversa no. Il gruppo se contiene 4 album, non ti fa vedere tutte le foto insieme, ma devi andare in ogni album a vederle

      "Mi piace"

    1. Ciao Giorgio, clicca col destro sul Cestino e seleziona Svuota Cestino del Catalogo. Il programma ti dirà che l’immagine è offline, tu clicca comunque su Rimuovi dal Catalogo ed avrai risolto.

      "Mi piace"

  2. Ciao. Vorrei creare un album (B) con versioni in b/n di alcune foto raccolte in altro album (A). Ma se modifico in questo album (B) una qualsiasi variante, la stessa mi appare anche nell’album (A). È possibile evitare queste duplicazioni (a me appaiono inutili, ma forse hanno una logica).
    Grazie!

    "Mi piace"

      1. Ho provato in entrambi i modi. Album normale o Smart. Ma il risultato non cambia. Prendo una foto da un album, ne faccio una variante e “la metto” in un altro album. La variante è presente in entrambi gli album.

        "Mi piace"

      2. Normalmente è così, ma puoi aggiungere una parola chiave alle foto (banalmente: BW e COLORE) e tenere le foto in due Album Smart, creati in base ad ogni parola chiave. Oppure puoi arrivare allo stesso risultato contrassegnando le foto (per esempio con un tag colore, o con un voto) e poi tramite i filtri far visualizzare a C1, in ogni album, solo le varianti che hanno il tag o il voto che hai impostato.

        "Mi piace"

  3. Ciao. Sto cercando di organizzare al meglio il catalogo e mi piacerebbe una vostra opinione in merito a questa considerazione.
    Se, come nel mio caso, l’archivio fisico delle foto è sullo stesso pc del catalogo e quando importo le foto da una scheda di memoria le ordino in modo cronologico per eventi (es 20.05.21 – Gita al lago con Pippo), mi sto convincendo che creare un album per il singolo evento sia superfluo.
    Le foto sono sempre accessibili (e ordinate) dalla cartella “fisica” sempre visibile nella sezione “cartelle” e le raccolte utente potrebbero essere utilizzate solo per organizzare gli scatti secondo altri criteri logici.
    In questo specifico caso si possono importare le immagini solo in “importazioni recenti” in quanto già organizzate nelle cartelle.
    Grazie per il confronto.
    Massimo

    "Mi piace"

    1. Ciao, certamente: se già le cartelle sono strutturate per mese-anno, non è necessario replicare tale struttura nelle Raccolte del Catalogo. Puoi benissimo limitarti a creare i vari album/gruppi/progetti per ripartire le immagini in base ad altri criteri (genere, luogo, voto…)

      "Mi piace"

  4. Ciao, complimenti per l’articolo;
    Ho un grosso problema con l’allineamento tra le fotografie contenute in “raccolta utente” e le cartelle: come ogni anno riorganizzo all’interno dell hard disk le foto modificando il nome e spostando le cartelle;
    il problema è che ora mi trovo la raccolta utente con foto offline e quando sincronizzo ed aggiorno la struttura cartelle in C1, le foto rimangono sempre offilne.
    Per spiegarmi meglio, c’è un modo per riposizionare tante foto in un comando solo?
    anzichè farlo una alla volta?
    So che non si dovrebbe modificare e spostare cartelle nel finder di windows, ma è stata un esigenza.

    "Mi piace"

    1. Ciao. La prima cosa che devi fare è dire a C1 che la cartella vecchia (che per esempio stava sotto c:\foto\cartella_1) sta da un’altra parte (per esempio c:\foto2020\cartella_1): nella sezione Cartelle di C1 naviga fino alla cartella offline, clicca col destro, scegli Individuazione, e fa’ puntare C1 alla nuova cartella. A quel punto la cartella sarà di nuovo online e, se non hai cambiato nome alle foto, ti ritroverai in C1 anche le regolazioni che avevi fatto prima di aver modificato le cartelle nel Finder di Windows. Se invece hai anche cambiato i nomi alle foto, le vedrai offline anche dopo aver “individuato” la cartella; per rimediare, clicca col destro (sempre nella sezione Cartelle di C1) sulla cartella in questione, scegli Sincronizza, e potrai sia importare le foto nel Catalogo che rimuovere le “vecchie”. Avendo cambiato nome alle foto, ti conviene non selezionare la casella “Rimuovi immagini mancanti”. In questo modo ti troverai nella Raccolta di C1 sia le foto online che quelle offline, e potrai copiare&incollare le regolazioni, foto per foto, da quelle offline a quelle online. Fatto ciò, le offline le potrai rimuovere dal Catalogo.

      "Mi piace"

      1. Grazie per il commento, scrivo cosi’ condivido la soluzione che potra’ servire anche ad altri.
        Le operazioni suggerite da te le avevo fatte tutte ma senza soluzione, nel senso che i file continuavano a rimanere offline; ho risolto disinstallando il programma e reinstallandolo nuovamente, poi ri linkando le cartelle nuove ed è subito tornato tutto come prima.
        Grazie!

        Piace a 1 persona

  5. ciao, io lavoro con sessioni. Per ora ho sempre fatto tutto direttamente su nas Qnap, ma spesso riscontro errori con conseguente chiusura improvvisa del programma. Hai un consiglio da darmi su un metodo più sicuro? c’è un modo per tenere i file sessione su computer e i file raw su nas? grazie mille

    "Mi piace"

    1. I NAS non sono l’ideale per lavorare con C1. Il programma fa continui accessi in lettura e scrittura verso il database, e la latenza dei dischi di rete porta agli errori che stai riscontrando tu. Con i Cataloghi, puoi separare le foto dal Catalogo, quindi è possibile avere i file immagine su NAS ed i Cataloghi su disco locale. Ma con le Sessioni non puoi, perché la logica delle Sessioni è proprio quella di avere un oggetto “completo”.
      In generale consiglio di lavorare su dischi locali (interni o esterni che siano), e poi di fare il backup su NAS/cloud con dei programmi di sincronizzazione.
      Oppure passi ai Cataloghi, tenendo il Catalogo sul disco locale e le foto sul NAS. Nulla ti vieta di creare un catalogo per ogni sessione di scatto, come oggi appunto fai con le sessioni. Non c’è scritto da nessuna parte che un Catalogo debba essere un calderone di decine di migliaia di immagini scattate negli anni. 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.